Obiettivi formativi

- Introduzione alle aree di apprendimento in relazione alle destinazioni professionali

L'obiettivo formativo principale del Corso di Laurea riguarda la formazione di un laureato che possieda le abilità e le conoscenze di base di carattere chimico utili per l'inserimento in attività lavorative, che richiedono familiarità col metodo scientifico, capacità di applicazione di metodi e di tecniche innovative, utilizzo di attrezzature complesse e acquisizione di competenze di tipo tecnologico sia teoriche che sperimentali.

La preparazione di base nei quattro settori fondanti delle discipline chimiche, chimica analitica, chimica fisica, chimica generale ed inorganica, chimica organica, unita a competenze specifiche nel settore della chimica industriale, permettono al laureato in chimica di accedere con successo e ottima flessibilità alle varie destinazioni professionali, come pure di accedere ai gradi successivi dell'istruzione superiore.

Le competenze acquisite permettono al Laureato di adeguarsi all'evoluzione della disciplina, di interagire con le professionalità culturalmente contigue e di continuare gli studi nei corsi di laurea magistrale.

- Struttura del percorso di studio

L'organizzazione didattica è conforme sia al "Chemistry Eurobachelor" sia al modello elaborato dalla Società Chimica Italiana riguardante i contenuti di base "Core Chemistry" per i Corsi di Laurea attivati nella Classe L-27.

Il corso di studio, a ordinamento semestrale, si sviluppa su tre anni, nei corso dei quali sono distribuiti gli insegnamenti, fra cui due insegnamenti sono a libera scelta dello studente. Il tirocinio finale prevede un breve stage in un laboratorio di ricerca interno od esterno all'università e la preparazione di una sintetica relazione tecnico/scientifica che lo studente discuterà durante la prova finale.

I corsi di base, che comprendono oltre alle discipline chimiche anche le discipline matematiche e fisiche, sono distribuiti durante il primo e il secondo anno di studio, così da offrire allo studente una solida base per affrontare con successo lo studio delle discipline caratterizzanti ed affini e integrative.

Oltre alla preparazione disciplinare il laureato acquisisce alcune soft-skills di interesse per l'inserimento nel mondo del lavoro e comunque utili anche alla prosecuzione degli studi. In particolare lo studio di una lingua veicolare (lingua inglese) e la capacità di presentare sia in forma scritta che orale i risultati del proprio lavoro.